Come scrivere partecipazioni ed inviti?

E’ arrivato il momento di scrivere le partecipazioni di matrimonio e gli inviti, avete scandagliato la rete per carpire i segreti del fai da te e finalmente avete deciso la tecnica da utilizzare per ottenere un risultato professionale. Adesso, però, quale sarà il testo più appropriato da inserire ?  Di seguito abbiamo pubblicato alcuni suggerimenti che vi potranno illuminare in questo arduo compito.

 

Scrivere le partecipazioni di nozze

La prima proposta è quella  in cui sono i genitori degli sposi ad annunciare le nozze dei figli. Questo è il tipo di partecipazione di nozze più classico, ma oggigiorno è poco utilizzato; noi lo consigliamo nel caso in cui gli sposi siano molto giovani.

La seconda proposta è quella che si trova più di frequente; in questo caso gli sposi annunciano autonomamente le loro nozze.

 

Scrivere gli inviti

L’ultima proposta riguarda l’invito al ricevimento di nozze.

 

 

Intestare le buste

Quando avrete terminato la stampa dei vostri biglietti dovrete provvedere ad imbustarli e ad intestarli. Non esiste una formula unica, dipende, infatti, dal tono che volete dare alle vostre nozze. Se avete scelto uno stile molto formale potete scrivere ad esempio: “Gent.ma  fam. Mario Rossi”, oppure, nel caso di una coppia: ” Gent.mi Mario Rossi e Maria Bianchi”, per i single: “Gent.ma Maria Bianchi”. Per uno stile più rilassato, ma sempre di buon gusto, potete utilizzare le stesse formule omettendo la parola “Gent.ma/o/i”. Nel caso di parenti molto stretti, a parer nostro è consigliabile scrivere solo il nome di battesimo, per evitare inutili e ridondanti formalismi.

 

 

Un pensiero su “Come scrivere partecipazioni ed inviti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *